Spettacoli per le famiglie / Stagione 2022-2023

Una grande festa di inaugurazione, il 3 dicembre, darà vita a una nuova stagione di MedicinaTeatro: spettacoli, letture, eventi e laboratori per bambine, bambini, ragazze e ragazzi al Magazzino Verde di Medicina.

Ecco il calendario degli appuntamenti:

__________________________________________________
Sabato 3 dicembre alle 16,30

SPOT

da 1 a 5 anni

Compagnia: La Baracca – Testoni Ragazzi
Regia: Valeria Frabetti
Autore: Andrea Buzzetti e Valeria Frabetti
Con: Andrea Buzzetti

“Spot” è un faro teatrale molto particolare, che illumina e si esprime disegnando forme e colori in movimento.
Un viaggio nella “luce” alla scoperta delle sue tante possibilità di raccontare, uno spettacolo dedicato ai piccoli spettatori e alla loro contagiosa capacità di stupirsi.

Nel giallo sono il sole,
nel blu sono il mare,
nell’azzurro sono cielo,
nel rosso sono fuoco,
…e divento rosso quando mi emoziono.

Sono una strada luminosa, sono una festa.
Oh… sono buio! E non mi vedi più!
Ma puoi ascoltare il mio respiro…
Non parlo, ma apro e chiudo gli occhi.
Non ho piedi né mani e nemmeno gambe, ma posso seguirti sul tuo cammino…

Sono Spot e so raccontare.

Durata: 35′

__________________________________________________
Domenica 4 dicembre alle 16,30

CAPPUCCETTO ROSSO

da 4 a 10 anni

Compagnia: La Baracca – Testoni Ragazzi
Regia: Bruno Cappagli, Fabio Galanti e Carlotta Zini
Autore: Bruno Cappagli, Fabio Galanti e Carlotta Zini
Con: Carlotta Zini Bruno Cappagli/Fabio Galanti

Un lupo e una bambina o una lupa e un bambino? Cosa importa, l’importante è vivere la storia che tutti noi conosciamo e che ci sorprende sempre.

Una storia piena di luoghi misteriosi, dove la paura e il coraggio corrono insieme. Due attori in scena si raccontano la popolare fiaba, giocando ad interpretarne i personaggi e litigandosi il ruolo più ambito: quello del lupo.

Con “C’era una volta una piccola, dolce bimba di campagna…” inizia un gioco di narrazione nel quale i protagonisti diventano lupo o lupa, bambino o bambina, entrando ed uscendo dal racconto più volte, proprio come fanno i bambini quando insieme giocano al “facciamo che io ero…”. Una sequenza di scene che, tra corse, rincorse e tante risate, ricostruisce il percorso di Cappuccetto Rosso nel bosco.

In un susseguirsi di azioni rapide e divertenti i due attori si rincorrono fino ad arrivare alla pancia del lupo, dalla quale usciranno con la voglia di rivivere nuovamente la storia, così come ogni bambino alla fine del libro chiede alla sua mamma di rileggerlo ancora una volta.

Durata: 50′

__________________________________________________
Domenica 18 dicembre alle 16,30

ABACO

da 1 a 3 anni

Compagnia: La Baracca – Testoni Ragazzi
Regia: Andrea Buzzetti
Autore: Andrea Buzzetti
Con: Bruno Frabetti e Sara Lanzi

Da 1 a 3, poi 4, 5, 6… quando si inizia a contare si sa da dove si parte, non dove si arriva! Abaco è un gioco di numeri, dedicato ai bambini piccolissimi che passo dopo passo iniziano a scoprire il mondo. I fili di un abaco sono la metafora di una linea che collega infiniti punti, infinite esperienze. A volte i punti sono vicini, altre invece molto lontani. Le esperienze diventano numeri, che, sommandosi, danno sempre più coraggio, ci aiutano a scoprire il mondo e a raggiungere traguardi sempre nuovi.
Abaco è un filo da percorrere in equilibrio avanti e indietro, un elastico dove dondolarsi, una fune cui aggrapparsi, una corda tutta da suonare, un amico su cui contare.

Durata: 35′

__________________________________________________
Venerdì 13 gennaio alle 21,00

#FRAGILI
Una storia di accettazione e coraggio

dagli 11 anni

Compagnia: La Baracca – Testoni Ragazzi
Autore: Margherita Molinazzi
Con: Matteo Bergonzoni e Margherita Molinazzi

Cosa succede se hai quindici anni e cominci a confrontarti con gli altri, a sperimentare il tuo corpo, i tuoi sentimenti, le tue paure e fragilità?

Caterina e Nicola sono due ragazzi dello stesso liceo ma non si sono mai incontrati veramente. Si trovano ad affrontare, parallelamente, passaggi di crescita importanti e delicati, in un mondo estremamente social dove a volte è difficile trovare una propria autenticità.

Con l’aiuto di due figure adulte, la nonna e dello zio, tenteranno di districarsi da modelli prestabiliti e trovare un loro modo di uscire da geometrie soffocanti, trovando proprie emozioni e sentimenti.

Lo spettacolo nasce all’interno del percorso di formazione Vox Motus, progetto triennale sull’arte del narrare dedicato a giovani attori e attrici, a cura di Nonsoloteatro – Torino.

Durata: 50′

__________________________________________________
Venerdì 10 febbraio alle 21,00

PAOLO DEI LUPI

da 8 a 13 anni

Compagnia: Bradamante teatro/Florian Metateatro (Pescara)
Regia: Roberto Anglisani
Autore: Francesca Camilla D’Amico
Con: Francesca Camilla D’Amico

In un tempo non molto lontano, nella natura selvaggia degli Appennini, di lupi ce n’erano rimasti pochi ed erano tanto affamati. Paolo, un giovane biologo, viene mandato tra quelle montagne per studiarli. Lo attendono notti all’addiaccio, sveglie all’ora dei gufi, attese e batticuori, ululati e sguardi selvatici.
Dopo secoli di persecuzioni, i lupi hanno imparato l’arte del silenzio e per questo non è facile incontrarli. In paese c’è Simone, un bambino cresciuto con le storie del nonno sul lupo cattivo. Ma da quando Simone incontra Paolo non smette di pensare ai lupi e vuole conoscere la verità su di loro. La verità è nel bosco, dove la natura compie i suoi riti, dove si incontrano gli sguardi di due lupi, Fratello e Lama Bianca, dove nascono i cuccioli, nella tana sotto il grande faggio. Una minaccia si nasconde nel bosco, ha l’odore del tabacco, della caccia, di un mondo che impone il suo passo e nulla sa della natura selvaggia.
Può l’Uomo restituire alla Natura quello che le è stato sottratto? Possono Umani e Lupi convivere pacificamente? Un sogno nasce allora tra le poesie di quel biologo, nell’ululato di un bambino, con il ritorno dei Cervi e dei giovani lupi che si riprendono l’Appennino.

Durata: 60′

__________________________________________________
Domenica 19 febbraio alle 16,30

CRIKECRAK

da 1 a 5 anni

Compagnia: La Baracca – Testoni Ragazzi
Regia: Valeria Frabetti
Autore: Roberto Frabetti
Con: Roberto Frabetti

Dopo Cikeciak e Tiketak, una nuova storia di Piccololorso e della sua sorellina. Crikecrak, una noce si rompe. Crikecrak, un ramo del bosco si spezza… Perché questa è una storia di noci e di bosco, che ancora una volta inizia con una torta e un compleanno, anzi due: quelli di Mammalorsa e Babbolorso. «E dove le prendiamo le noci e le castagne per la torta?» chiede Piccolalorsa. «Nel bosco!». «Ma io ho paura del bosco, è buio!». «Andiamo insieme! E non ti preoccupare, tutti hanno paura di qualcosa…».
Così noci e torte lasciano posto alla vera protagonista di questa storia: la paura. Il bosco fa paura, il buio fa paura, ognuno di noi ha la sua paura.

Durata: 35’

__________________________________________________
Domenica 26 febbraio alle 16,30

CON VIVA VOCE
La storia di Ivan e il lupo grigio

da 6 a 10 anni

Compagnia: La Baracca – Testoni Ragazzi
Regia: collaborazione alla regia di Guido Castiglia
Autore: Bruno Cappagli e Guido Castiglia
Con: Bruno Cappagli

La bisnonna del mio nonno era russa e raccontava sempre una storia al nonno del mio nonno, che a sua volta la raccontava alla mamma del mio nonno, fino ad arrivare a mio nonno, e poi a me.
Io ho sempre ascoltato quella storia, sin da piccolo. Una storia che mi ha raggiunto attraverso tante voci, voci vere, voci vive. Credo di essere diventato attore proprio allora, per poterla raccontare a mia volta.
La storia è quella de Il principe Ivan e il lupo grigio, fiaba popolare russa presente nella raccolta di Aleksandr N. Afanasjev. Una storia che intreccia cavalieri, uccelli di fuoco, cavalli d’oro, lupi e principesse.
Una storia fatta di bivi, dove il desiderio e la curiosità spingono a fare delle scelte e a commettere degli errori, che inevitabilmente condizionano il percorso e allo stesso tempo aiutano a crescere.

Durata: 55′

__________________________________________________
Domenica 12 marzo alle 16,30

HOME SWEET HOME Cap. 3
Scoiattolo e Leo

da 6 a 10 anni

Compagnia: Associazione Idra Teatro ETS (Brescia)
Regia: Roberto Capaldo
Autore: 
 Roberto Capaldo con la collaborazione artistica di Emma Mainetti
Con: Roberto Capaldo

Il terzo capitolo del progetto “Home sweet home Cap. 3 – Scoiattolo e Leo” affronta il tema della casa come relazione affettiva fondante. Scoiattolo, protagonista dell’intera trilogia, affronta in questo ultimo capitolo un viaggio iniziatico che lo porterà lontano dalla casa che ha prima costruito e poi protetto, lontano da tutto ciò che conosce, scoprendo la possibilità di abitare ovunque c’è un “qualcun altro” ad aspettarci o da incontrare.
Scoiattolo durante l’estate è diventato molto amico di un bambino: Leo. La loro è un’amicizia intima e complice. Con l’inizio della scuola Leo però dirada le sue visite fino a quando sparisce per tanti giorni, senza dare notizie. Scoiattolo decide di andare a cercarlo. Lascia la sua casa nel bosco per andare in città, un mondo totalmente diverso, che lo spaventa, nel quale dovrà fare i conti con altri animali e altre logiche, molto diverse da quelle cui è abituato. Un mondo nel quale riuscirà a sopravvivere solo grazie al suo coraggio e alla forza che lo spinge a ritrovare Leo. Destreggiandosi tra automobili, bande di topi, di piccioni e gli abitanti della città, i “due zampe”, riuscirà a riallacciare il filo di quel rapporto interrotto, aiutando allo stesso tempo il suo amico Leo a risolvere il problema che lo aveva tenuto lontano da lui.

Durata: 55′

__________________________________________________
Domenica 16 aprile alle 16,30

CASA

da 1 a 5 anni

Compagnia: La Baracca – Testoni Ragazzi
Regia: Bruno Cappagli
Autore: Andrea Buzzetti, Bruno Cappagli e Carlotta Zini
Con: Andrea Buzzetti e Carlotta Zini

Una casa. Un posto dove io sono io. Una casa: un tetto dove ripararsi, un luogo dove mangiare, fare il bagno e dormire; un posto da vivere e in cui condividere esperienze. Uno spazio intimo in cui accogliere “l’altro”. Una casa tutta da inventare e costruire, un luogo che cambia mentre cambio anch’io. Un luogo da cui partire alla scoperta di quello che c’è fuori e un posto in cui tornare ogni volta.

“Casa” racconta una storia surreale di un grande e un piccolo che si incontrano, cominciano a conoscersi e costruiscono. La costruzione diventa un gioco, e nel gioco, piano piano, si costruisce una storia, una struttura, un tetto, una casa. I ruoli dei due personaggi a volte si invertono: ci si improvvisa adulti e si ritorna bambini per emozionarsi e stupirsi tra le fisse geometrie del quotidiano.

Durata: 35’

__________________________________________________
Giovedì 20 aprile alle 21,00

STORIE DELLA RESISTENZA

dagli 11 anni

Compagnia: Pandemonium Teatro (Bergamo)
Con: Albino Bignamini, Lisa Ferrari, Tiziano Manzini, Walter Maconi

Attraverso un “racconto fatto di racconti” che si fonda su un’antologia di brani letterari, lo spettacolo ripercorre gli eventi che a partire dall’armistizio dell’ 8 settembre 1943 all’aprile del ’45 prepararono l’epilogo della guerra nel nostro paese e il riscatto di un popolo in lotta per la libertà: uomini e donne, soldati e civili, mossi dallo stesso ideale in piccole storie di grande eroismo.
La resistenza al nazi-fascismo non fu solo un aspetto della seconda guerra mondiale. La resistenza fu per gli Italiani un grande momento di rinascita civile e culturale di tutta la popolazione e sta alla base della nostra attuale costituzione democratica. Come spesso accade nella Storia, purtroppo, i cambiamenti importanti sono accompagnati da violenze e spargimenti di sangue che toccano tutti. Proprio per questo non dobbiamo dimenticare da quali sofferenze sono nati quei diritti che oggi riteniamo ovvi e scontati.
Un fedele e commovente affresco storico che rivive grazie a fonti letterarie firmate da Calvino, Levi, Fenoglio, Guareschi, proposte nel contesto del teatro. Un’atmosfera intensa e ricca di sfumature emotive, dal drammatico all’ironico in certi passaggi, con immagini proiettate e brani musicali eseguiti dal vivo alla fisarmonica, che accompagnano e interagiscono con gli attori.

Durata: 50′